L’idea progettuale

Regione Puglia un nucleo centrale di prestigio che faccia da capofila a Comuni satelliti pugliesi, nella logica dell“Orto in Comune”.

Un progetto, quello dell”Orto in Comune” dedicato al turismo dei bambini e delle loro famiglie a partire da quello di prossimità. Verranno predisposti percorsi e visite nei vari Comuni aderenti al circuito per sottolineare l’importanza dell’orto nella società, nella salute, nell’economia, nel paesaggio e nella cultura  della Puglia. Gli itinerari legati all”Orto in Comune” guideranno poi alla visita  di aree collegate alla diffusione della varietà delle colture  locali (biodiversità) o ancora nelle zone dove sono presenti masserie, fattorie, aziende agricole, oppure a passeggiate lungo una delle molteplici macchie tipiche mediterranee e tra gli oliveti.

Per ogni località segnalata, una scheda riporterà le informazioni necessarie a comprendere il senso della visita e la connessione con il circuito “Orto in Comune” al fine di permettere una scelta consapevole al visitatore, il quale potrà comporre da solo le tappe di un percorso personalizzato.

Saranno predisposti una serie di mezzi verbali, visivi e grafici più efficaci per ogni sezione per comunicare con il visitatore, per coinvolgerlo e per trasmettergli informazioni e suggerimenti:

  • QR-code
  • Filmati e proiezioni di slide e animazioni (Cartoon creati ad hoc)
  • Ricostruzioni di orti “dei semplici” nei conventi del medioevo e lungo le vie francigene.
  • Illustrazione delle varie fasi di lavorazione dell’orto e spiegazione dei processi produttivi.
  • Mostra degli attrezzi usati dagli agricoltori per la lavorazione dell’orto e la raccolta dei frutti.

Le parole chiave del progetto “Orto in Comune” riguardano l’opino dell’orto con tutte le sue declinazioni e usi: gusto, salute, storia, tradizione, paesaggio, ambiente, economia, lavoro, qualità.

E’ fondamentale che il progetto coinvolga, al momento della realizzazione e quindi nella gestione, il pubblico e gli abitanti dei Comuni nel recupero di aspetti della storia dell’orto che sono anche la loro storia. La documentazione raccolta nei vari territori permetterà di salvare e conservare un patrimonio insostituibile e di enorme interesse, ma che va rapidamente scomparendo.

CondividiShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Print this pageEmail this to someone